Cassetto tributario, aspettavamo i pdf (pagati) ma arriva una “pezza”

Immagine

Ha un suo fascino – mi accontento di poco, è vero – questa vicenda del cassetto tributario. Ai tempi di internet chi lo cura mostra certamente di leggere ciò che si scrive a riguardo, ma probabilmente ignora che sempre grazie alla “rete” sono tante le cose che è possibile scoprire. Così dopo che da più parti è stato segnalato che la Mercurio service – la società che gestisce il “cassetto” – doveva spedire via mail gli avvisi di pagamento, gli utenti registrati si sono visti recapitare una mail che recita: “Gentile contribuente, la presente per informarla che il Comune di Anzio ha emesso le cartelle relative all’acconto Tari 2014. Potrà scaricare la sua cartella dal sito del Cassetto Tributario del Comune di Anzio utilizzando le credenziali di accesso che ha già registrato. La presente comunicazione sostituisce l’invio cartaceo”. Bene, non quello in Pdf a ciascuno degli iscritti, come deciso dal responsabile dell’ufficio tributi nella determina che assegna alla Mercurio l’imbustamento e spedizione delle fatture. Questo invio agli utenti registrati – 6.000 tondi tondi – costerà al Comune 1.464 euro. Nulla, vero, come i 183 pagati per un progetto grafico di fatto inesistente. Peccato che nel caso dell’invio ai cittadini registrati – ah, questi rompiscatole! – dovesse arrivare una copia della bolletta: “Invio massivo in formato PDF a mezzo PEC o Email della richiesta di pagamento bollette Tari con una spesa di 0.244€ per 6.000 contatti per un totale di 1.464 € iva inclusa

Invece, di fronte alle perplessità comparse su internet, intanto è arrivato l’avviso con un invio “multiplo”: stesso testo per utenti diversi, al contrario di quanto si afferma nella determina. Basta andare nei dettagli della mail per scoprirlo….

Una pezza, insomma. Per fare l’invio multiplo, spiega chi ne capisce più di me, ci sono programmi gratis e se a pagamento il costo mensile del programma per 10.000 contatti e invii illimitati costa non più di 5 euro il primo mese e poi massimo 10 euro. Qui se ne spendono 1.464 e dei Pdf non c’è ancora traccia. Ma se qualcuno legge, in Comune, forse si fa un rush finale per mettere un’altra pezza…  

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...