Chioschi e pedane senza regole. Per molti, ma non per tutti

gardaCi sono notizie come questa (http://www.inliberuscita.it/primapagina/36934/senza-casa-ne-lavoro-la-storia-di-due-genitori-disperati/) e vicende emblematiche come quella raccontata di recente dal Granchio rispetto alla “Bodeguita”. Storie che la dicono lunga su come – in una sostanziale assenza di regole – decide il politico e/o il potente di turno chi tollerare e chi sanzionare. Se è vero quello che affermano i titolari del chiosco di fronte al Lido Garda è francamente grave che “forti pressioni politiche” siano dietro la burocrazia che ha deciso di intervenire. Così come è inaudito che a fronte di una serie di pedane con tanto di copertura in tutta Anzio, sia stata fatta togliere solo quella del “Bodeguita” e che il titolare sia stato denunciato per abusivismo per una cosa che in realtà era stata autorizzata. Quello che emerge, in entrambe le vicende – ma chissà quante altre ne sfuggono – è che la mano destra in Comune spesso non sa cosa fa la sinistra. E l’assessore al ramo, Giorgio Bianchi, intervistato di recente sempre dal “Granchio”, ha candidamente dichiarato che “sono questioni delicate” e quindi non può esprimersi.

Intanto, sempre nel settore, fioriscono manifestazioni di piazza dal centro alla periferia gestite spesso da non si sa bene chi, con quali controlli, con quali introiti per il Comune in fatto di suolo pubblico e quali costi da sostenere per chi partecipa.

Ma sì, avanti con le interpretazioni a soggetto delle norme o, peggio, l’assenza di regole. Per molti, ma non per tutti, come recitava una vecchia pubblicità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...