Evviva il nuovo porto, ma i nodi non si sciolgono

avvocatomauro

Diciamo la verità, il presidente senza poteri della Capo d’Anzio, l’avvocato Ciro Alessio Mauro, è un bravo comunicatore. Trova pochi che gli chiedano cose, preferisce lanciare i suoi messaggi prontamente recepiti, evita accuratamente chi potrebbe sollevare dubbi.

C’è stata un’inversione di rotta con la presidenza Mauro, ne va preso atto, ma va anche detto che sta facendo le stesse cose che l’assemblea aveva deliberato per Luigi D’Arpino, andato via dopo pesanti minacce a suo carico.

Apprendiamo che il bando più volte annunciato a mezzo stampa è pronto e ce ne rallegriamo, così come che verrà demolito lo Splash down. Ci permettiamo sommessamente di far notare che ci sono altri nodi da sciogliere e sui quali né il presidente, né il socio di maggioranza, il sindaco di Anzio Luciano Bruschini, si esprimono.

Il primo è una curiosità su lavori e bando: il piano finanziario prevede una fase “zero” per 605.000 euro destinati a “154 posti barca e centro servizi per la marina“. E’ stata avviata o passiamo direttamente alla “fase 1” che prevede, invece, investimenti per oltre 32 milioni di euro nell’arco di due anni? Si tratta di “556 posti barca, parcheggi, viabilità, servizi igienici e locali tecnici, circoli sportivi e yacht club“.

pianofinanziariocapodanzio

Sempre che il piano finanziario sia rimasto quello, perché potrebbe anche essere cambiato da ciò che venne presentato per l’inversione del crono-programma, senza che nessuno abbia sentito l’esigenza di dirlo ai cittadini, ancora proprietari del 61% delle quote. Insomma, di cosa stiamo parlando? E non c’era già un bando pronto, addirittura a titolo gratuito per la società? Se ne parlava poco meno di un anno fa e se ne è tornati a parlare dopo le burrascose dimissioni di D’Arpino. Quello del professor Tedeschi è nuovo, ha un costo e qual è? E’ per capire, nulla di più, sempre almeno finché saremo proprietari – come cittadini – del 61% delle quote.

E vorremmo capire anche, dal presidente o dal sindaco, se e quando intende approvare il bilancio in assemblea dei soci,  se sappiamo o  meno quanti sarebbero i soldi che la società dovrebbe avere dagli ormeggiatori; se sono stati chiesti e come; se  sono esigibili subito o se andranno – come sembra logico – anche tra i fondi di rischio.  Insomma: il bilancio chiude in pareggio o non? Mica per niente, il rischio che Marconi si prenda tutto perché siamo stati capaci di fare un piano di razionalizzazione nel quale nemmeno si indicava il personale assunto, è sempre più concreto. Lo prevede la legge.

In tutto questo al Comune 3.0 “de noantri” si unisce, giustamente, anche la società. In piena estate e mentre qualcuno, forse, cerca notizie sul porto il sito della Marina di Capo d’Anzio risulta a oggi in costruzione.

sitomarinacapodanzio

 

E sempre a proposito di internet sul sito del Comune, lo diciamo anche alla neo segretaria e responsabile della trasparenza, a oggi la situazione è questa, aggiornata al 27 gennaio 2016.

sitocapodanziotrasparenza

Rimanda, fra l’altro, al sito capodanzio.com che non viene aggiornato da quasi quattro anni e parla, ironia della sorte, proprio della gara per il porto….

sitocapodanziocom

 

Ecco, viva il porto e bravo il presidente. Ma è il caso di dare qualche risposta in più. Lo dice chi si è speso molto, probabilmente anche sbagliando alla fine, ma citando sempre documenti e mai annunci.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...