Puccini adottata,cerchiamo di capire

tenuta-puccini-2

Una delle tavole (Foto da Anziospace)

L’adozione da parte della giunta di Anzio del “Piano urbanistico attuativo assistito da convenzione – Parco Puccini” conclude la fase comunale dell’iter avviato mesi fa e sul quale l’assessore Sebastiano Attoni ha avuto modo di spiegare a chi scrive, ma anche alla stampa, ai componenti di maggioranza, ai capigruppo e alla commissione urbanistica, il percorso seguito.

Una premessa è necessaria: su quell’area il piano regolatore vigente prevedeva un insediamento turistico con centro congressi di circa 120.000 metri cubi, se fosse arrivato in Comune un progetto in tal senso era approvato senza colpo ferire.

Ne è arrivato un altro che “spacchetta” la cubatura in quattro interventi diversi. C’è una sola nota assolutamente positiva: quella  che se il proprietario vende anche uno solo dei terreni interessati da intervento edilizio, il Comune entra in possesso immediatamente dei 60 ettari che dovevano rappresentare nelle intenzioni del progettista del piano regolatore il “Central park” di Anzio, con accesso da piazzale Roma e naturale conclusione nella riserva di Tor Caldara.

Un polmone verde indispensabile, sul quale occorre vigilare perché lo “spacchettamento” pur con tutte le garanzie che Attoni ha dato, rischia di celare l’ennesimo intervento invasivo e di natura esclusivamente residenziale. Non ne abbiamo bisogno.

Un polmone verde che bene è ricostruito in questo video di Pino Genovese.

C’è poi una questione procedurale: in Comune sono certi che basti la delibera di giunta per andare avanti, mentre siamo in presenza di una variante che – da ignorante in materia – dovrebbe essere materia di Consiglio comunale. I tecnici dell’assessorato e lo stesso Attoni sostengono che si tratta di una variante che conferma cubature,  destinazioni e quant’altro e quindi basta la Giunta.

Ci sono tecnici del settore che ne sanno sicuramente di più. Da cittadini, abbiamo il diritto di capire ad esempio cosa si intende per “albergo diffuso” e se quella cubatura – che comunque ci sarebbe stata, che si “spacchetta” perché altrimenti il privato non venderebbe mai – può passare così com’è o non si debba procedere attraverso il Consiglio, le osservazioni e tutto ciò che comporta una variante.

Annunci

Un pensiero su “Puccini adottata,cerchiamo di capire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...