Il sindaco riannuncia il porto. Qualche domanda…

renderingporto

Il comunicato completo lo trovate a questo link (http://portale.comune.anzio.roma.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_536_0_3.html). Al contrario delle delibere e degli altri atti che non vengono pubblicati o “scompaiono” , resterà nel sito del Comune. Alla fine della nota si legge che l’approvazione del bilancio e la ritrovata maggioranza all’ultimo minuto, porterà tra l’altro “all’avvio dei lavori per la realizzazione del nuovo Porto di Anzio, opera fondamentale per lo sviluppo economico ed occupazionale del nostro territorio”. Bene, era ora… Siamo nel 2014 ed era il 2005 la data nella quale Candido De Angelis indicava l’avvio dei lavori. Era il 2008 quando l’ex sindaco e quello attuale – abbracciati – rilanciavano nel programma l’inizio del porto. Vero, siamo passati per i pareri “a soggetto” della Regione, la gara deserta e per l’esserci trovato un socio privato che non abbiamo scelto ma che di fatto – oggi – comanda nella Capo d’Anzio. Bruschini è certo che si parta e diciamo che sarebbe pure ora. E’ imminente, così sentiamo dire, un nuovo bando di gara. La Capo d’Anzio – nel frattempo trasformata dal socio privato Renato Marconi e nel silenzio del Comune in Marina di Capo d’Anzio – ha una concessione e ha ottenuto dalla Regione l’inversione del cronoprogramma, ha quindi le carte in regola per procedere.

Però rappresentando il 61% delle azioni possedute dai cittadini di Anzio, il sindaco non spiega ancora diverse cose sull’assetto societario e sul progetto. Proviamo a elencarle, sperando un giorno di avere finalmente dei chiarimenti. Dovuti ai possessori di quelle quote, vale a dire i cittadini di Anzio.

  1. Dove si trovano i soldi per realizzare l’opera, dato che le prenotazioni confermate dei posti barca sono appena 25?

  2. Qual è la reale situazione debitoria della Capo d’Anzio e come si intende affrontarla?

  3. In caso di necessità di ricapitalizzazione, il Comune ha i fondi per affrontarla o rischia che il privato acquisisca le quote pubbliche?

  4. E’ stato pagato e/o rinnovato il prestito – garantito da fidejussione del Comune – con la Banca Popolare del Lazio?

  5. Perché il sindaco non ha mai dato corso alla volontà unanime del Consiglio comunale di riacquisire le quote inizialmente di Italia navigando, quindi di Mare 2 spa e oggi di Marinedi srl ovvero Renato Marconi, applicando i patti parasociali (articolo 8) nei quali si afferma che le quote sarebbero tornate al Comune “al valore nominale” se il socio di minoranza non avesse trovato i fondi a un anno dalla concessione?

  6. Quali iniziative ha messo in atto e/o quali accordi sono intervenuti con il privato per arrivare alla situazione attuale?

  7. In consiglio comunale il sindaco ha affermato che il privato stava eseguendo atti o lavori che la Capo d’Anzio non era in grado di fare perché senza soldi. Hanno un costo quei lavori? E in che modo saranno, eventualmente, pagati? C’è il rischio che il privato voglia altre quote, dato che Marconi acquisì quelle di Italia Navigando per aver svolto delle progettazioni?

  8. Esiste agli atti la certificazione antimafia del socio che la Capo d’Anzio si è ritrovata e nei confronti del quale, sostanzialmente, non ha battuto ciglio?

  9. Il sindaco era a conoscenza del fatto che il socio privato ha registrato un dominio internet come Marina di Capo d’Anzio? Cosa ne pensa?

  10. Perché il sito della Capo d’Anzio non è più operativo?

  11. Il socio privato ha affermato nel corso di un’assemblea che intende mettere a disposizione 200.000 euro “a titolo fruttuoso”. L’ha fatto? Se sì, a cosa sono serviti quei soldi?

  12. Come sono stati utilizzati i fondi del progetto Life?

  13. Dalla data della concessione (21 settembre 2011) la Capo d’Anzio aveva cinque anni per realizzare il progetto, ne sono trascorsi ormai tre. Con la Regione Lazio sono stati decisi tempi diversi? E di quanto?

  14. Nell’inversione del cronoprogramma – iniziando dal bacino interno – la Capo d’Anzio dovrà realizzare o far realizzare le opere previste nel progetto definitivo tra le quali una strada alternativa all’attuale Molo Innocenziano, al di sotto della banchina. E’ confermata?

  15. Invertendo il cronoprogramma i cantieri resteranno al loro posto?

  16. Qual è il piano finanziario previsto?

  17. Che genere di gara si sta preparando, dato che la precedente è andata deserta?

  18. La Capo d’Anzio ha i fondi per l’escavo del canale di accesso al porto, a suo carico a partire “dall’inizio dei lavori” (articolo 13 della concessione)

  19. La Capo d’Anzio ha i fondi per la cauzione prevista dall’articolo 7 della concessione, di oltre 1,2 milioni di euro?

  20. Il sindaco ha sentito parlare, come chi scrive e come numerosi cittadini, di capitali esteri e in particolare russi per la realizzazione del porto? Ha ricevuto offerte in tal senso?

Annunci

2 pensieri su “Il sindaco riannuncia il porto. Qualche domanda…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...