Porto, gli ormeggiatori perdono il ricorso

porto_anzio

L’originario progetto della Capo d’Anzio per il raddoppio del porto

Dichiara il primo irricevibile ed i secondi inammissibili“. Il primo è il ricorso delle cooperative di ormeggiatori, i secondi i “motivi aggiunti” che la “Sant’Antonio” e la “Piccola pesca” hanno presentato al Tribunale amministrativo regionale del Lazio.

Dopo mesi di attesa il Tar ha deciso e ha respinto i ricorsi, confermando così la Capo d’Anzio – società al 61% del Comune – unica concessionaria dell’area.

I ricorsi – ai quali se ne era unito uno analogo del Circolo della vela di Roma – erano stati presentati quando la società aveva fatto richiesta delle aree per avviare la cosiddetta “fase 1” del progetto di gestione, una volta invertito il cronoprogramma dell’opera.

Ogni tentativo di mediazione era andato fallito e di recente personale della società che stava effettuando dei rilievi era stato anche aggredito.

Si scrive, speriamo, la parola fine a una vicenda annosa. Gli ormeggiatori, che non hanno accettato alcuna proposta fatta dalla società ritenendola inadeguata, rischiano ora di restare con un pugno di mosche.

Annunci

Un pensiero su “Porto, gli ormeggiatori perdono il ricorso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...